La guerra tra chi la “fake” più grossa

di Vincenzo Vita

Come è stato ricordato nel convegno in suo onore tenutosi lo scorso lunedì alla camera dei deputati, Stefano Rodotà aveva già ampiamente anticipato e descritto vent’anni fa – nell’efficace volume dedicato alla «Tecnopolitica» – la dialettica contraddittoria della rete. Dove il bene e il male si intrecciano, le enormi potenzialità cognitive si specchiano nella «digitalizzazione» delle menzogne. Dove discernere tra il vero, il verosimile, l’errore colposo e il falso doloso non sempre è agevole.

Rodotà evocava nel testo l’urgenza di una cittadinanza dell’era elettronica e ci ricordava che il rischio si associa all’innovazione. Ecco, la discussione improvvisamente lievitata sulle fake news va ricollocata nei suoi termini reali, per non diventare la solita fiammata transeunte ed effimera. Con l’ennesima proposta di legge annunciata (dal partito democratico) come se già non esistesse un complesso di norme spesso inapplicate; e con la forza comiziale di Renzi alla Leopolda dedicata proprio all’argomento del giorno: impaginato più in alto dei veri drammi italiani.

E ci mancava una campagna elettorale a colpi di «la mia fake lava più bianco della tua», con i duellanti piddini e pentastellati cui qualche buontempone deve aver consigliato di scegliere tale item per raccogliere voti. C’è da dubitarne. La fake delle fake è quella che vede complotti dovunque e ritiene vincente Trump per le mail o i tweet del Cremlino. O che ritiene un servizio di un italiano sul New York Times la prova della regina.
Leggi di più a proposito di La guerra tra chi la “fake” più grossa

Addio a Hugo Chávez, il presidente del socialismo umanista e contro l’imperialismo delle potenze industrializzate

La morte del presidente della Repubblica Boliviana Hugo Chávez, l’alfiere dell’anti imperialismo sudamericano (e per questo ascoltato anche in molte altre aree del mondo, dai movimenti no global e dai sostenitori del “socialismo umanista”), riportata sui quotidiani venezuelani (via Kiosko.net). Intanto, su Twitter, il racconto in presa diretta dello stesso @chavezcandanga. L’ultimo tweet risale al […]

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi