Italia, divisa e diseguale: la vera natura del regionalismo nell’ebook di Massimo Villone

Massimo Villone, professore emerito di diritto costituzionale all’università degli studi di Napoli Federico II, è l’autore di un ebook appena pubblicato dalla Editoriale Scientifica. Il libro si intitola Italia, divisa e diseguale – Regionalismo differenziato o secessione occulta? ed è liberamente scaricabile in formato pdf da questo link. Il testo che segue, invece, è la […]

La secessione di cui nessuno parla

di Gianfranco Viesti

L’Italia potrebbe essere investita a breve da un profondo cambiamento nell’organizzazione e nel finanziamento di gran parte dei suoi servizi pubblici, con il decentramento ad alcune regioni tanto di estese competenze quanto di risorse finanziarie assai ingenti (sottratte conseguentemente a tutte le altre). Ma questo tema, di fondamentale importanza e su cui è indispensabile una approfondita discussione culturale e politica, è avvolto nel più totale silenzio.

È comprensibile che la Lega, promotrice e sostenitrice di questo processo, preferisca perseguirlo silenziosamente: sta cercando infatti di acquisire consensi al di là delle sue tradizionali regioni di insediamento, e certo una discussione pubblica non le gioverebbe: farebbe emergere un consistente travaso di risorse finanziarie a favore di Lombardia e Veneto in particolare e a danno di tutte le altre. Quel che colpisce è il totale silenzio degli altri partiti. Di quelli di opposizione, in particolare del Partito democratico: evidentemente incapace di prendere una posizione pubblica; segno, anche questo, della profondissima crisi politica e di valori di riferimento che ne sta paralizzando l’azione. E dei 5 Stelle: che pure dalle regioni del Centro Sud che sarebbero pesantemente penalizzate da questo processo hanno tratto una parte decisiva del loro consenso. Allo stesso modo, totale è il silenzio dei grandi mezzi di informazione, a stampa e radio-televisivi.

Eppure di vicende da raccontare e di temi di cui discutere ce ne sono tanti. La questione in ballo è quella della maggiore autonomia che può essere concessa alle regioni a statuto ordinario. Come ha convincentemente argomentato su queste colonne Marco Cammelli, “l’art. 116.3 Cost è uno strumento di rifinitura, di messa a punto di quote di decisione e di funzioni aggiuntive ritagliate su misura sulle specifiche esigenze di singole realtà regionali”. Tuttavia, come anche lo stesso Cammelli ha messo in luce, non è questo il tema dell’attualità politica.
Leggi di più a proposito di La secessione di cui nessuno parla

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi