Luigi Pintor

L’eredità di Pintor e i progetti per il futuro a un anno dalla nascista del sito IlManifestoBologna.it

di Mauro Chiodarelli

La giornata del 15 maggio scorso in ricordo di Luigi Pintor a Cagliari, seppur vissuta con un dolore sottile dentro tutti noi, non è stata una commemorazione ma, almeno per me, un’occasione di ripresa di consapevolezza sul nostro compito e sulla fatica di portarlo avanti. La rilettura di alcuni suoi scritti di 40 anni addietro (vengono i brividi solo a pensare al tempo trascorso) di una attualità spaventosa, le sue parole pacate, ironiche mai inutili, di alcune interviste fanno tornare la voglia di rimboccarsi nuovamente le maniche, non per il radioso futuro che ci attende bensì per l’immane lavoro che ci attende i cui frutti, se sapremo ben seminare, saranno altri a raccogliere; non i nostri figli, forse i nostri nipoti. Per noi, tra un’impresa e l’altra, la gratificazione di un buon bicchiere di vino (o di fresca acqua per gli astemi) con chi fatica al nostro fianco.

Leggendo e rileggendo l’ultimo scritto di Pintor, mi sono convinto che scrivendo di “una miriade di donne e uomini di cui non ha importanza la nazionalità, la razza, la fede, la formazione politica, religiosa. Individui ma non atomi, che si incontrano e riconoscono quasi d’istinto ed entrano in consonanza con naturalezza. Nel nostro microcosmo ci chiamavamo compagni con questa spontaneità ma in un giro circoscritto e geloso. Ora è un’area senza confini”, parlasse a noi indicandoci un nuovo comportamento.
Leggi di più a proposito di L’eredità di Pintor e i progetti per il futuro a un anno dalla nascista del sito IlManifestoBologna.it

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi