La biografia partigiana di Otello “Battagliero” Palmieri

di Simeone Del Prete Non è la vita di uno degli uomini ex, come li ha definiti Giuseppe Fiori nell’omonimo romanzo ispirato alle gesta di alcuni esuli politici italiani nella Cecoslovacchia dell’immediato dopoguerra. La vita del partigiano bolognese espatriato «Battagliero», al secolo Otello Palmieri, ricostruita da Alfredo Mignini ed Enrico Pontieri nel libro-intervista Qualcosa di […]

Da Bologna William Michelini, l’uomo degli assalti e delle battaglie più dure

William Michelini
William Michelini
di Antonio Sciolino

Lino Michelini, più conosciuto come “William”, era nato a Bologna il 29 dicembre 1922. Non ha mai amato il suo vero nome ed agli amici diceva di preferire quello di battaglia. È venuto a mancare improvvisamente, all’alba dell’8 luglio 2014 nel suo appartamento a Corticella, estrema periferia nord di Bologna, quando fatta come ogni mattina la colazione e ormai vestito, si accingeva ad uscire per raggiungere la sede in via San Felice dell’ANPI provinciale di cui era presidente, per il lavoro quotidiano che iniziava abitualmente sulle 7.30. È stato il figlio Elio, che abita sullo stesso pianerottolo, a fare la dolorosa scoperta, non avendo udito il solito saluto con le nocche sull’uscio di casa. Il decesso è stato istantaneo.

All’indomani della Liberazione, così come tanti altri partigiani, si è generosamente prestato con compiti di polizia per garantire l’ordine pubblico e la sicurezza alla vita cittadina, contrastando delinquenza comune e resti di quella repubblichina. Ha poi subìto, così come altri partigiani, le conseguenze della politica governativa successiva tesa a demolire le conquiste della lotta di Liberazione. Accusato di reati gravi ma infondati perché frutto di invenzione, William ha subìto 36 mesi di carcere e tre processi finiti con altrettante assoluzioni. La sua attività partigiana gli è stata riconosciuta con la decorazione di Medaglia d’Argento al Valor Militare e l’attribuzione del grado di capitano.

E il Consiglio provinciale, su proposta del presidente Vittorio Prodi, all’unanimità, gli ha conferito il Premio Provincia di Bologna (motivazione ufficiale del poeta Roberto Roversi e prolusione dello storico e docente universitario Luciano Bergonzini). Alla solenne seduta il 9 giugno 1995 ha partecipato il senatore Arrigo Boldrini “Bulow”. La motivazione: “Per il contributo di primissimo piano alla lotta di liberazione”.
Leggi di più a proposito di Da Bologna William Michelini, l’uomo degli assalti e delle battaglie più dure

Addio “Cinno”: Casalecchio di Reno e Bologna piangono il partigiano Bruno Monti

Bruno Monti, foto di Repubblica.it
Bruno Monti, foto di Repubblica.it
È deceduto lo scorso 20 ottobre al policlinico di Modena, dopo lunga malattia, Bruno “Cinno” Monti, uno degli ultimi testimoni casalecchiesi della lotta partigiana. Un “esempio indelebile di uno spirito indomito impegnato a trasmettere con forza il significato della lotta di Liberazione”, ricordano il Comune di Casalecchio e l’Anpi che, in accordo con i famigliari, daranno l’ultimo saluto a Monti domani, mercoledì 22 ottobre.

Dalle ore 13,30 alle ore 16 sarà allestita la camera ardente presso la sala cerimonie del Municipio di Casalecchio. È previsto il picchetto d’onore. Alle 15,45 le orazioni ufficiali di Anpi con Ermenegildo Bugni (segretario provinciale) e Federico Chiaricati, della sezione di Casalecchio, il ricordo della nipote Ilaria e l’intervento del sindaco Massimo Bosso.

“Bruno si è speso senza risparmiarsi per coinvolgere i giovani e le scuole. Il modo migliore per ricordarlo è proseguire sulla sua strada”, dice Bosso. “Il dono più prezioso che ci ha lasciato Bruno”, sottolineano da Anpi Bologna, “sono i gesti di solidarietà e fratellanza nei confronti dei suoi compagni e delle giovani generazioni. Ai suoi due figli va il nostro pensiero e siamo loro molto vicini in questo triste momento di dolore”.
Leggi di più a proposito di Addio “Cinno”: Casalecchio di Reno e Bologna piangono il partigiano Bruno Monti

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi