L’Italia e i terrapiattisti della politica

di Gianfranco Pagliarulo Odio, rancore, insulti, minacce, aggressioni, ostentazioni di fascismo. C’è di peggio: stupri (fra i cui responsabili sembra che ci siano i due boys di CasaPound), omicidi (un lungo elenco di vittime, prevalentemente migranti e donne). Ma che Paese è diventato questo? Sia chiaro, c’è un’Italia migliore, quella della solidarietà e del vivere […]

Piazza Fontana, la strage. “Ma dopo 45 anni si può ancora cercare la verità”

di Mario Consani

Piazza Fontana? Dipende da Brescia. Milano ha chiuso da poco anche l’ultimo rivolo di indagini sulla strage di 45 anni fa nella Banca nazionale dell’Agricoltura. A Brescia, invece, il capitolo giudiziario sulla bomba in piazza della Loggia nel ’74 è ancora aperto. Nel 2015 si celebrerà il nuovo processo d’appello-bis, dopo che la Cassazione ha annullato le assoluzioni di due dei neonazisti imputati. Uno è Carlo Maria Maggi, medico veneziano, all’epoca capo di Ordine nuovo del Veneto. Maggi (come i suoi camerati Delfo Zorzi e Giancarlo Rognoni) è già stato processato e assolto definitivamente per Piazza Fontana. Ma se dal nuovo processo bresciano arrivasse una condanna…

Avvocato Federico Sinicato, storico legale di parte civile per i familiari delle vittime, che c’entra Brescia con Piazza Fontana?

«A differenza di quanto avvenuto per l’ultimo processo sulla strage di Milano, per Brescia la Cassazione ha ritenuto che andassero rivalutate le prove nei confronti di Maggi. E se dal nuovo dibattimento dovesse uscire un verdetto di colpevolezza, questo avrebbe un valore “morale” anche per la vicenda milanese».
Leggi di più a proposito di Piazza Fontana, la strage. “Ma dopo 45 anni si può ancora cercare la verità”

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi