Striscione anti Trichet

Laurea ad honorem flop per Trichet, l’uomo della macelleria sociale. E Bifo: “Quel riconoscimento? Servilismo ignorante”

Oggi era il giorno del conferimento della laurea ad honorem a Jean Claude Trichet, ex numero uno della Banca centrale europea. Se n’era parlato a fine agosto spiegando le ragioni del no esposte da Antonella Zago, Cub Federazione di Bologna. E la situazione al presidio organizzato per le 17 di oggi è rimasta tranquilla pur ribadendo quanto annunciato nei giorni scorsi: “Banchieri e industriali si ritroveranno prima in aula magna, poi a un party a Villa Guastavillani per festeggiare il ‘laureato’ Trichet. La città prenda la parola, rivendichi il diritto ad avere diritti e la redistribuzione della ricchezza”. A causa delle manifestazioni di protesta, c’è stato comunque un blocco del traffico nelle vie del centro, tra via Barberia e via Castiglione, dove due cordoni di polizia in assetto antisommossa hanno chiuso l’accesso all’aula magna.

Da sottolineare che anche le autorità cittadine, con l’eccezione di quelle accademiche, hanno latitato l’impegno accademico di oggi trasformando la cerimonia in un flop.


(Foto di Leonardo Tancredi)

Franco Berardi Bifo, leader del ’77 bolognese e storico intellettuale, dal canto suo, aveva commentato su Facebook l’evento senza usare mezzi termini:
Leggi di più a proposito di Laurea ad honorem flop per Trichet, l’uomo della macelleria sociale. E Bifo: “Quel riconoscimento? Servilismo ignorante”

Laurea ad honorem a Jean-Claude Trichet, le ragioni del no in una lettera di Cub al rettore Dionigi

di Antonella Zago, Cub Federazione di Bologna

Il 17 settembre prossimo l’ateneo di Bologna ha deciso di conferire la laurea ad honorem in Scienze Statistiche a Jean-Claude Trichet, banchiere ed economista francese che ha coperto vari ruoli sia nel FMI che nella Banca Mondiale, ex ministro francese che si è occupato di privatizzazioni, ex presidente della Banca Centrale Europea, attuale membro del consiglio di amministrazione di Eads, gruppo aerospaziale e militare franco-tedesco.

Dall’affaire Credite Lyonnais, al governo della BCE, alla lettera firmata con Draghi e rivolta al governo italiano nello scorso anno, è evidente che la sua politica ha salvaguardato solo i grandi finanzieri e non i paesi e le loro popolazioni.
Leggi di più a proposito di Laurea ad honorem a Jean-Claude Trichet, le ragioni del no in una lettera di Cub al rettore Dionigi

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi