L'associazione il manifesto in rete

Quattro anni di attività, ora abbiamo bisogno di voi: sostenetici

del coordinamento dell’Associazione il manifesto in rete

Care e cari lettori, visitatori del nostro sito. Quest’anno il manifesto Bologna, blog d’informazione dell’associazione il manifesto in rete con sede a Bologna, giunge al suo quarto anno di attività. Non è poco per un sito gestito da volontari, collaboratrici e collaboratori a titolo pressoché gratuito; molte esperienze come la nostra sorgono e terminano in tempo più breve, così è la vita sulla rete.

Ci fa piacere festeggiare questo anniversario il prossimo undici dicembre, presentando l’ultimo recente libro di Loris Campetti Non ho l’età, perdere il lavoro a 50 anni (Manni editore). Un libro con l’autorevolissima prefazione di Rossana Rossanda che affronta il delicato tema, di grande attualità purtroppo, di chi si trova nella fase matura dell’esistenza a perdere il lavoro e a dover ricostruire con molte difficoltà, una nuova vita e a trovare un equilibrio distrutto.

Loris è stato uno dei più ferventi sostenitori del progetto di rilancio del Manifesto, attraverso un ruolo attivo della rete storica dei circoli del giornale, sparsi in tutta Italia, non realizzato per la contrarietà della nuova direzione del quotidiano. Ciò, insieme a tante altre cause, ha determinato l’allontanamento delle migliori firme e tanti dispiaceri.

Noi di Bologna, nati per sostenere il giornale, dopo la rottura, decidemmo di proseguire la nostra esperienza in una forma più autonoma e costituimmo l’associazione “il manifesto in rete” che si pone l’obiettivo di ricostituire insieme a tante e a tanti altri, una prospettiva unitaria per la nostra sinistra sinistrata. Scusate se è poco…
Leggi di più a proposito di Quattro anni di attività, ora abbiamo bisogno di voi: sostenetici

La Manifesta

Manifesta 2015: il programma di domenica 12 luglio

Si conclude oggi, domenica 12 luglio, la terza edizione della Manifesta 2015, la festa dell’Associazione il manifesto in rete giunta alla sua terza edizione.

PROGRAMMA

Domenica 12 luglio

ore 10.00 – assemblea
DOVE VA IL MANIFESTO IN RETE?
Assemblea annuale dell’associazione

A seguire pranzo dei resti. Della serie non si butta via niente.
costo euro 15

ore 19.00 – apericena

ore 20.00 – l’ultimo libro
in collaborazione con il circolo Arci B. Brecht
“T’INNAMORERAI SENZA PENSARE”
di Francesca Vecchioni
ne discutono con l’autrice
Maurizio Cecconi e Laura Veronesi
lettura di brani del libro di Maria Viscontiore 22.00 – spettacolo teatrale
“NON TUTTI I LADRI VENGONO PER NUOCERE ”
di DARIO FO
a cura di Ten Teatro
Leggi di più a proposito di Manifesta 2015: il programma di domenica 12 luglio

La Manifesta

Manifesta 2015: il programma di sabato 11 luglio

Prosegue questa sera, 11 luglio, dalle 19, la terza edizione della Manifesta 2015, la festa dell’Associazione il manifesto in rete giunta alla sua terza edizione.

PROGRAMMA

Sabato 11 luglio

ore 19.00 – confronto
EXPO – EATALY – FICO: modelli di sviluppo o l’altra faccia del capitalismo predatore?
con
Pier Paolo Lanzarini Associazione campiaperti
Peppino Cilento Cooperativa Olearia “Nuovo Cilento”
Adriano Turrini Presidente Coop Adriatica
Guido Viale ambientalista
modera
Loris Campetti giornalista

Sotto le prime immagini del dibattito. Foto di Noemi Pulvirenti

Dibattito La Manifesta 2015
Dibattito La Manifesta 2015

Leggi di più a proposito di Manifesta 2015: il programma di sabato 11 luglio

La Manifesta

Manifesta 2015: il programma di venerdì 10 luglio

Debutta questo pomeriggio, 10 luglio, a partire dalle 17.30, la terza edizione della Manifesta 2015, la festa dell’Associazione il manifesto in rete giunta alla sua terza edizione.

PROGRAMMA

Venerdì 10 luglio
ore 17.30 – inaugurazione
Simona Hassan presenta la sua mostra fotografica “[DIS]OCCUPAZIONE GIOVANILE – ITALIANS DO IT BETTER”
Del nostro tempo rubato al nostro tempo a venire
La mostra autofinanziata attraverso il crowdfunding sarà narrata da Pier Giovanni Alleva, Daniela Vannini, Anna Russo

ore 19.00 – confronto
RIAPPROPRIAZIONE DEGLI SPAZI PUBBLICI INUTILIZZATI, VECCHI BISOGNI NUOVE SOCIALITA’ – ESPERIENZE A CONFRONTO
Intervengono
Luigi De Magistris (in videoconferenza),
Werther Albertazzi Planimetrie Culturali,
Società di Mutuo Soccorso 20 pietre,
Enrico del Collettivo Làbasore

20.00 – cena di mare dell’Associazione 20 pietre per finanziare la costruzione della prima nuova casa del popolo di Bologna
costo euro 20
Leggi di più a proposito di Manifesta 2015: il programma di venerdì 10 luglio

La Manifesta

Manifesta 2015: si inizia dopodomani, venerdì 10 luglio

Inizia dopodomani, venerdì 10 luglio, la Manifesta 2015, la festa dell’Associazione il manifesto in rete giunta alla sua terza edizione. Perché siamo di nuovo qui, lo abbiamo spiegato qualche giorni fa. Adesso vogliamo ricordarvi gli appuntamenti che fino a domenica 12 luglio si alterneranno al Centro Giorgio Costa di via Azzo Gardino, a Bologna.

PROGRAMMA

Venerdì 10 luglio
ore 17. 30 – inaugurazione
Simona Hassan presenta la sua mostra fotografica “[DIS]OCCUPAZIONE GIOVANILE – ITALIANS DO IT BETTER”
Del nostro tempo rubato al nostro tempo a venire
La mostra autofinanziata attraverso il crowdfunding sarà narrata da Pier Giovanni Alleva, Daniela Vannini, Anna Russo

ore 19.00 – confronto
RIAPPROPRIAZIONE DEGLI SPAZI PUBBLICI INUTILIZZATI, VECCHI BISOGNI NUOVE SOCIALITA’ – ESPERIENZE A CONFRONTO
Intervengono
Luigi De Magistris (in videoconferenza),
Werther Albertazzi Planimetrie Culturali,
Società di Mutuo Soccorso 20 pietre,
Enrico del Collettivo Làbasore
Leggi di più a proposito di Manifesta 2015: si inizia dopodomani, venerdì 10 luglio

La Manifesta 2014

La Manifesta 2014: proseguono i lavori per gli eventi dal 18 al 20 luglio

Ve l’avevamo scritto qualche giorno fa che vi avremmo via via aggiornato sulle novità del programma della Manifesta 2014. Ed eccoci dunque con una bozza più avanzata degli eventi che stiamo definendo. Ma non smettete di seguirci perché a breve ci saranno ulteriori novità.

L’Associazione il Manifesto in rete con il sostegno di Centro Giorgio Costa, Fiom Bologna e Fiom Emilia Romagna e con la partecipazione di Alba nodo di Bologna, Circolo Arci Brecht, Inchiesta Legambiente, Associazione Primo Moroni, Associazione Tenteatro presentano la Manifesta 2014, giunta alla sua terza edizione.

18, 19 E 20 LUGLIO 2014

Centro Sociale Culturale Giorgio Costa, via Azzogardino 44 Bologna

Discutiamo, stando insieme, di lavoro che manca, l’altra Europa, liste civiche crescono, la nuova (e la vecchia) sinistra, le lotte operaie, la Sardegna, la ricchezza delle differenze e poi le cene, gli stand, la musica e il teatro, tre giorni per stare bene. In direzione ostinata e contraria, non mancate.
Leggi di più a proposito di La Manifesta 2014: proseguono i lavori per gli eventi dal 18 al 20 luglio

L'associazione il manifesto in rete

La Manifesta 2014: dal 18 al 20 luglio torna la tre giorni dell’Associazione il Manifesto in rete

L’Associazione il Manifesto in rete, in collaborazione con Fiom Bologna e Fiom Emilia Romagna, Legambiente, Centro Giorgio Costa, Associazione Tenteatro, presenta l’edizione 2014 – la terza – della manifestazione “La Manifesta”, che si terrà il 18, 19 e 20 luglio 2014 al Centro Giorgio Costa di via Azzo Gardino 44, a Bologna.

Il programma, ancora provvisorio, comprende una serie di dibattiti su il lavoro che manca, l’altra Europa, le liste civiche che crescono, la nuova (e la vecchia) sinistra, le lotte operaie, la Sardegna, la ricchezza delle differenze e poi le cene, gli stand, la musica e il teatro, tre giorni per stare bene insieme. Dunque, come sempre, ci si muove in direzione ostinata e contraria.

Ecco gli appuntamenti che, al momento, sono in corso di definizione:

  • venerdi 18 luglio, ore 18.00, apertura festa con un incontro su il lavoro precario in Italia e in Europa, condanna di una generazione? Segue la cena popolare e concerto;
  • sabato 19 luglio, ore 10.00, il voto nella provincia di Bologna, l’esperienza delle liste. Alle 18, con l’Arci Bertold Brecht, si parlerà di operai e mondo del lavoro mentre per la serata è prevista cena di mare e a seguire uno spettacolo;
  • domenica 20 luglio, ore 10.00, le prospettive del Manifesto in rete con pranzo domenicale. Alle 18 stiamo definendo la presentazione di un libro.

Leggi di più a proposito di La Manifesta 2014: dal 18 al 20 luglio torna la tre giorni dell’Associazione il Manifesto in rete

Presentazione del libro “Uomini e navi” di Alessandra Fava: i video dell’iniziativa

“Uomini e navi”: introduzione di Silvia Lolli “Uomini e navi”: intervento di Loris Campetti “Uomini e navi”: intervento di Gianni Bortolini, Fiom “Uomini e navi”: intervento dell’autrice, Alessandra Fava Lo scorso 28 marzo l’Associazione Il Manifesto in rete ha organizzato la presentazione del libro Uomini e navi di Alessandra Fava su Genova, porto, cantieri, lavoro […]

L'associazione il manifesto in rete

La nostra primavera: sboccia il nuovo manifesto. Esito inaspettato dell’assemblea dell’associazione

dell’Associazione Il Manifesto in Rete

Bologna 29 marzo 2015. Che sarebbe successo qualcosa lo si incominciava a sentire nell’aria già dal primo mattino. Una affluenza inaspettata di compagne e compagni riempiva rapidamente il cortile del Centro Costa già mezz’ora prima dell’inizio, forse per la concomitanza con il forum dell’acqua pubblica. Invece erano li per la nostra assemblea. Persone che non vedevamo da tempo dei vari circoli sparsi per l’Italia: più delle mail avevano evidentemente funzionato i rapporti personali, le telefonate dirette. Mancano i compagni del Circolo di Roma, peccato; ma in fondo ognuno ha i suoi tempi per elaborare il lutto.

Poi arrivano i giornalisti ed i collaboratori, anche quelli che credevamo ormai dispersi in altre esperienze e scelte. C’è persino il sindacato. Alla fine ci contiamo e siamo più di cento. Con emozione il presidente dell’Associazione apre la giornata; dopo una breve descrizione dell’attività svolta dalla fondazione ad oggi, dà lettura dei messaggi giunti la sera e la notte precedente da chi non ha potuto partecipare: Luisa da Strasburgo, Giovanni da Parigi, Guido da Berlino, Marco da Barcellona.

Tutte le comunicazioni pongono in modi diversi il tema del “fare”, tanto più di fronte ad una condizione sociale e politica in vertiginoso disfacimento, davanti alla marginalità dello spazio coperto dall’attuale manifesto ed alla breve esperienza di pagina99. Prendono subito la parola giornalisti e collaboratori che in maniera molto sincera ed appassionata ripercorrono la storia del giornale sviscerando gli errori commessi di cui si dichiarano corresponsabili, e contemporaneamente tracciano il profilo di quello che dovrebbe essere il progetto editoriale di un nuovo giornale comunista al passo coi tempi.
Leggi di più a proposito di La nostra primavera: sboccia il nuovo manifesto. Esito inaspettato dell’assemblea dell’associazione

L'associazione il manifesto in rete

Assemblea dell’Associazione Il Manifesto in Rete: proposte per una discussione

di Michele Fumagallo

Questo testo è stato scritto in vista di domani, 29 marzo 2014, quando a Bologna è convocata l’assemblea dell’associazione Il manifesto in rete.

La prima cosa che voglio dirvi è che il documento di preparazione dell’assemblea del 29 marzo che avete pubblicato su questo blog è interessante su alcuni punti ma per me reticente sull’essenza di un dibattito che dovrebbe vertere sulla questione centrale – altrimenti perché chiamarsi “circolo del manifesto”? – del Manifesto.

Mi pare ci sia la tendenza a parlare d’altro (un “altro” molto valido, sia chiaro), quasi per sfuggire alla motivazione principale della vostra nascita come Circolo e delle sconfitte mano a mano subite in questi ultimi due anni. Come leggerete nei documenti allegati, io non ho voluto/potuto far parte dei circoli pur avendo messo a disposizione qualsiasi aiuto per loro, con la motivazione della loro nascita troppo in ritardo sui tempi.

I Circoli del Manifesto sarebbero dovuti nascere 15/20 anni fa per avere un senso storico preciso e una funzione assolutamente produttiva di cambiamento e di senso. Così non è stato ma tant’è. La loro mobilitazione è stata del tutto generosa (troppo, per un giornale e un collettivo che non la meritavano) ma segnata da questo sfasamento dei tempi. Perché sfasamento? Ma perché il Manifesto da almeno 15/20 anni aveva perduto la “spinta propulsiva” delle sue origini, e si era ormai accovacciato in un limbo autoreferenziale dove non c’era più possibilità di invertire la rotta e tornare alla politica alta delle sue origini.
Leggi di più a proposito di Assemblea dell’Associazione Il Manifesto in Rete: proposte per una discussione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi