Referendum e riforme, Carlo Smuraglia: “Attaccano me per ammonire l’Anpi”

Carlo Smuraglia
Carlo Smuraglia
di Lorenza Ghidini

“L’attacco attacco a me è un ammonimento tutta l’Anpi”. È molto determinato, il presidente dell’Anpi Carlo Smuraglia, nel rispondere all’attacco ricevuto dal quotidiano l’Unità tramite la rubrica di Fabrizio Rondolino (qui la lettera di Smuraglia al quotidiano e qui la posizione di Libertà e giustizia).

In questa intervista con Radio Popolare, Carlo Smuraglia sostiene che si sia trattato di una sorta di ammonimento perchè l’associazione dei Partigiani non si intrometta nella campagna per il referendum costituzionale con cui, a ottobre, gli italiani decideranno se approvare o bocciare la riforma della Costituzione.

Per Renzi è un appuntamento fondamentale. Lui stesso ha caricato il referendum di un significato politico che va oltre la riforma e lo ha trasformato in un voto sul Governo e su di lui. L’Anpi ha preso posizione per il No. La critica dei partigiani alla riforma è chiara. Da qui, secondo Smuraglia, l’aggressività di Fabrizio Rondolino nel suo intervento.
Leggi di più a proposito di Referendum e riforme, Carlo Smuraglia: “Attaccano me per ammonire l’Anpi”

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi