Stragi naziste a Civago e Cervarolo - Archivio Istoreco

Stragi naziste in Emilia: a ottobre l’appello per i condannati di Cervarolo

di Giaime Garzia

È trascorso poco più di un anno – era il 6 luglio 2011 – da quando in primo grado sono stati condannati all’ergastolo i 2 gerarchi nazisti ritenuti responsabili della strage di Cervarolo, avvenuta il 20 marzo 1944 e che costò la vita a 24 civili che avevano tra i 16 e gli 84 anni. Ma la sentenza è già stata impugnata e l’unico imputato sopravvissuto, l’ex sergente Wilhelm Karl Stark, 92 anni, sarà quindi giudicato dalla giustizia militare nel processo di secondo grado, che si aprirà a Roma davanti alla corte militare d’appello tra poche settimane, il 24 ottobre prossimo.

I fatti: le stragi della primavera 1944. Siamo in una frazione di montagna, 1000 metri d’altitudine, nel comune di Villa Minozzo (Reggio Emilia). Qui, come in località attigue, nelle settimane della primavera 1944 i reparti della divisione Hermann Göring compiono una serie di raid. Gli obiettivi sono la popolazione dell’Appennino tosco-emiliano e il conteggio finale parla di 400 vittime. Il tutto avviene tra il 18 marzo e il 5 maggio e i militari teutonici vengono supportati da uomini della Guardia nazionale repubblicana (Gnr) e da delatori autoctoni.
Leggi di più a proposito di Stragi naziste in Emilia: a ottobre l’appello per i condannati di Cervarolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi