Lista unitaria a sinistra, lontana dal Pd

Sinistra

di Alfonso Gianni

Dopo tre giri di infruttuose consultazioni, sono bastati otto minuti al Capo dello stato per recitare, con garbata fermezza, il suo rien va plus. L’idea di un governo di transizione, ovvero del Presidente, rinominato infelicemente “neutrale”, con annesso invito ai partiti di consentirne la nascita e la durata fino alla chiusura dell’anno in corso, ha subito incontrato il deciso rifiuto delle forze politiche maggiori che si contendono il primato della virtuale vittoria del 4 marzo.

L’unico ad avere detto sì è il Pd. Per la semplice ragione che la sua disastrata conduzione lo ha ridotto all’immobilità, pena l’implosione. Sdraiarsi su una proposta istituzionale, per giunta dal colle più alto, lo cava per un momento dalla penosa condizione di non dovere e sapere scegliere. Alcuni commentatori hanno messo in luce che mai come in questa occasione una proposta proveniente dal Quirinale è stata così svillaneggiata. Ma se siamo giunti a questo punto non ce la si deve prendere con la maleducazione del rampante ceto politico.

Il 4 marzo ha sancito il crollo di un sistema politico, non solo un terremoto di voti. La Costituzione formale è stata salvata dal referendum del 2016 – e la forma è già sostanza -, ma quella materiale avrebbe richiesto ben altro lavoro per tornare pienamente funzionante, se mai lo è stata. L’ossessione della governabilità e la crisi della politica, hanno trascinato con sé quella delle istituzioni democratiche, né si poteva sperare che ne restasse esente solo quella della Presidenza della repubblica.
Leggi di più a proposito di Lista unitaria a sinistra, lontana dal Pd

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi