Il lavoro come religione: intervista al regista Fabio Martina

di Marina Ruiz Uno scambio di idee con il regista milanese Fabio Martina, in occasione della proiezione del film “L’estate di Gino” al MIC di Milano. Considerato un regista emergente sulla scena cinematografica milanese (ma con un ventennio di esperienza cui attingere), è un autore che ha un’altissima considerazione del cinema come funzione sociale. Grazie […]

“Basta salari da fame!”: a proposito del libro di Marta e Simone Fana

di Maurizio Brotini Bassi salari e precarietà del lavoro sono stati – e sono – una costante di lunga durata nella storia repubblicana, come ci ricordano Marta e Simone Fana nel loro Basta salari da fame! per la collana “tempinuovi” delle edizioni Laterza. Dopo aver sottoposto a critica e proposta sia le forme contemporanee dello […]

Portoscuso, meglio un cancro che un disoccupato in casa

di Stefano Deliperi Il 6 dicembre 2019 la Giunta regionale sarda ha chiuso positivamente con condizioni, il procedimento di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) relativo al “Progetto di ammodernamento della raffineria di produzione di allumina ubicata nel Comune di Portoscuso, ZI Portovesme (CI)” da parte della Eurallumina s.p.a. Si tratta della terza variante del progetto, […]

Ricatti e venti ore di lavoro al giorno: il caporalato “made Nord Italia”

di Massimo Franchi Il primo processo per caporalato al Nord si è aperto venerdì a Cuneo. Sei imprenditori agricoli e un caporale rinviati a giudizio per lo sfruttamento perpetrato nei confronti di oltre 20 lavoratori nella zona di Saluzzo. Al tribunale di Cuneo si è tenuta l’udienza preliminare. A chi pensa ancora che il caporalato […]

L’Ilva nel caos italiano

di Vincenzo Comito In queste settimane i preoccupanti casi di Alitalia, Ilva, Mose-Venezia e altri minori (potremmo citare anche quello della FCA, che a nostro parere si potrebbe rivelare una bomba a scoppio ritardato), che si trascinano nella massima confusione da molti anni, hanno almeno una cosa in comune: appaiono i segni evidenti del fatto […]

Che fare della (non più ex) Ilva?

di Guido Viale La situazione in cui si ritrova l’ex-Ilva di Taranto non è un conflitto tra salute e occupazione, ma una lotta tra operai e padroni (dei padroni contro gli operai); non è un esercizio di compatibilità tra ambiente e “sviluppo”, ma l’evidenza di un’alternativa ineludibile tra conversione ecologica e catastrofe climatica e ambientale. […]

Amazon e la nuova servitù della gleba

di Vincenzo Vita La tanto mitizzata «rivoluzione digitale» campeggia da tempo – a proposito o a sproposito – nel dibattito pubblico. Intendiamoci. È un tema di primissima grandezza, che si sostanzia nella nuova stagione del capitalismo delle piattaforme. Tuttavia, è bene sempre ricordare che sotto l’enfasi euforica si cela un vasto territorio di conflitti, spesso […]

Perché Saluzzo è diventata la “Rosarno del Nord”?

di Antonello Mangano I frutteti della provincia di Cuneo producono oltre 450mila tonnellate l’anno. Sul bancone del fresco di un supermercato, tuttavia, trovo pesche dalla Spagna, kiwi dal Cile, pere da Sudafrica e Argentina. Siamo nel cuore del Piemonte agricolo, l’antico marchesato di Saluzzo: secondo alcuni la “Rosarno del Nord”, per altri un distretto in […]

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi