Elezioni Regionali Emilia Romagna: che fare? I video del dibattito / 3 (finale)

Lo scorso 31 ottobre l’associazione il Manifesto in rete ha organizzato il dibattito Elezioni Regionali Emilia Romagna: che fare? con la partecipazione di Nadia Urbinati e Fausto Anderlini. Si aggiungono gli interventi di Valeria Tancredi, Riccardo D’Attilio, Piergiovanni Alleva, Ivano Marescotti, Ugo Mazza, Duccio Campagnoli, Paolo Paganelli, Umberto Godano, Enrico Suffritti, Rosaria Mandolino e Silvia Lolli, moderati da Sergio Caserta. Concludiamo la pubblicazione dei video dell’evento (qui la prima parte e qui la seconda parte).


Intervento di Duccio Campagnoli (seconda parte) e Giorgio Nigro


Intervento di Rosaria Mandolino, Silvia Lolli e replica di Anderlini


Elezioni in Emilia Romagna – Finale

Autore dell'articolo: Amministratore

1 commento su “Elezioni Regionali Emilia Romagna: che fare? I video del dibattito / 3 (finale)

    Pasquino Roma

    (18 Marzo 2020 - 17:02)

    Suppongo che a mio personale parere questo sia il Problema maggiore. il PD NON é il PCI, questo é quello che la gente ha iniziato a capire, inoltre i dirigenti parlano e usano modi e termini diversi da persone di sinistra e infine non sono mai con la povera gente con le donne con gli operai con gli studenti con i giovani. La cosa gravissima parlano come il telegiornale, non li capisco.
    Una volta dire che eri comunista era come dare una identificazione: Sono a Favore della donna e lotto con Lei, sono ecologista, sono per l’aiuto ai minori alle categorie in difficoltà, rispetto le idee di tutti anche se non le condivido, non credo solamente nella vera europa ma nel mondo intero, NON considerare o etichettare, uomini o donne le quali abbiano valori o gusti o piaceri diversi dai miei e infine andare a dormire con la coscenza di essere di sinistra, questi e tanti altri valori li conoscono certi dirigenti? io a mio parere non ci credo. Se quei Signori Fossero stati una sola serata ad ascoltare Enrico parlare avrebbero compreso il significato di essere comunisti. Non bolevo scrivere perché non credo nel PD, l’ho fatto per rispetto della mia Maestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *