Angelo Vassallo unisce Bologna e il Cilento

di Sergio Caserta

Dal 4 all’8 settembre a Pollica nel Cilento salernitano, si sono tenute numerose manifestazioni per ricordare il sindaco Angelo Vassallo, nell’ottavo anniversario del suo omicidio, avvenuto il 5 agosto del 2010, con nove colpi di pistola, esplosi da qualcuno che non è stato ancora scoperto. Il sindaco pescatore, questo già in vita il suo secondo nome, era un personaggio di straordinarie qualità come ormai tanti sanno, simbolo di buona politica, essendo stato capace di trasformare il suo piccolo ma importante comune in un esempio di sviluppo economico all’insegna della difesa dell’ambiente, del turismo sostenibile, di florida agricoltura ed enogastronomia mediterranea, senza distruggere il territorio, il mare innanzitutto, anzi facendone risorsa essenziale. A seguito del suo omicidio si sono attivate numerose iniziative in Italia ed in Emilia Romagna.

A Bologna fin dal 2012 si è realizzato un vero e proprio gemellaggio istituzionale tra i due comuni, sottoscritto a Pollica dal sindaco Merola e dall’attuale sindaco Stefano Pisani, già vicesindaco di Vassallo. Questo legame ha dato luogo alla costituzione dell’associazione “sulle orme di Angelo Vassallo partecipata da cittadini cilentani e bolognesi” che ha promosso numerose iniziative a Bologna ed in Cilento, in particolare ogni anno alla ricorrenza della morte di Vassallo, delegazioni di giovani e cittadini di Bologna e della regione hanno partecipato e contribuito a organizzare manifestazioni, incontri ed eventi culturali.

Quest’anno si è tenuto insieme agli altri eventi un incontro tra il presidio di Libera della rete delle scuole di Bologna “Mauro Rostagno”, quello del liceo Minghetti “Angelo Vassallo” e il presidio di Libera dell’Istituto comprensivo di Pollica “G. Patroni” intitolato ad Angelo Vassallo, al fine di realizzare insieme programmi formativi ed iniziative per la legalità, per diffondere le idee e i contenuti dell’opera di Vassallo. Il gemellaggio ideato e proposto dalla dirigente dell’istituto professoressa Gabriella Russo e dall’ex insegnante bolognese Maria Cristina Marchesini promotrice dell’esperienza cilentana dei ragazzi di Libera, è stato concretizzato con la firma di un documento con la partecipazione della delegazione degli studenti, dei docenti e dell’associazione “sulle orme di Angelo Vassallo”.

Si è assunto l’impegno di promuovere iniziative in comune in particolare il 21 marzo, giorno della memoria delle vittime di mafia. La partecipazione degli studenti bolognesi e cilentani alle commemorazioni di Vassallo, è stata suggellata dalla partecipazione nella veste di attrici e attori nella scenografia dello spettacolo teatrale “il sindaco pescatore”, monologo dell’attore Ettore Bassi a conclusione di tutti gli eventi nella cornice suggestiva del porto di Acciaroli.

Hanno partecipato agli eventi e alla firma del protocollo di gemellaggio

  • scuola secondaria  Istituto Comprensivo Pollica “G. Patroni”, presidio di Libera Pollica “Angelo Vassallo”
    dirigente Gabriella Russo
    docenti:
    Botti Massimiliano, La Greca Rosa, Mastrogiovanni Teresa
  • ALUNNI:
    Plesso scuola secondaria di I grado di Pollica: Laudano Antonella – Marrocco Alessia – Musto Mattia – Scarnato Martina
    Plesso scuola secondaria di I grado di Montecorice: Amoresano Maria – Petillo Leonardo – Polito Angelo
  • Vicesindaco di Pollica Carla Ripoli
  • Presidi di Libera delle scuole di Bologna “Mauro Rostagno” e “Angelo Vassallo”
  • Insegnante a riposo Maria Cristina Marchesini
  • Studenti: Alberto Falco, Alessia Bottegal, Arianna Magnani, Caterina Ramazza, Chiara Cocchi, Eleonora Palmieri, Francesca Inglese, Francesca Mattioli, Matteo Bianchi, Michel Mattioli, Pietro Facchini, Pietro Generali, Valentina Quaquarelli
  • Associazione “sulle orme di Angelo Vassallo”, Presidente Luciano Schiavo, Sergio Caserta

Autore dell'articolo: Amministratore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *