Consumo di luogo: un instant book per dire no al neoliberismo urbanistico in Emilia-Romagna

di Piergiovanni Alleva

Come gruppo dell’Altra Emilia Romagna in Regione Emilia Romagna, abbiamo manifestato la nostra contrarietà al legge urbanistica presentata dalla giunta Bonaccini. Ma non ci siamo limitati a ci, siamo andati oltre e il risultato è un instant book, Consumo di luogo – Neoliberismo nel disegno di legge urbanistica dell’Emilia-Romagna, appena pubblicato da Pendragon.

Curato da Ilaria Agostini e con la prefazione di Tomaso Montanari, il volume contiene contributi di Ilaria Agostini, Piergiovanni Alleva, Paolo Berdini, Piero Bevilacqua, Paola Bonora, Sergio Caserta, Pier Luigi Cervellati, Paolo Dignatici, Anna Marina Foschi Giovanni Losavio, Anna Marson, Cristina Quintavalla, Ezio Righi, Piergiorgio Rocchi ed Edoardo Salzano.

Questa la presentazione dalla quarta di copertina:

La presentazione da parte della giunta della Regione Emilia-Romagna, del progetto di legge Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio ha suscitato, per i suoi contenuti, un immediato allarme tra intellettuali, professionisti e tecnici, e nelle forze politiche di opposizione: L’Altra Emilia Romagna e Movimento 5 Stelle. È emerso in particolare il pericolo, celato dietro gli slogan del risparmio di suolo e della rigenerazione urbana, dell’abbandono del concetto stesso di pianificazione urbanistica.

In particolare, i vigenti strumenti urbanistici verrebbero sostituiti da “accordi operativi” promossi dai privati, che i Comuni, in virtù di una procedura di silenzio-assenso, sarebbero nei fatti costretti a subire. L’interesse privato e speculativo diverrebbe così il protagonista delle trasformazioni territoriali, con evidente restringimento degli spazi di democrazia. Questo libro raccoglie i contributi del mondo della cultura e di prestigiosi urbanisti che – in assoluta indipendenza – formulano un’analisi del testo normativo proposto.

Si tratta di un importante strumento per capire dove si vuole far virare paesaggio e territorio dell’Emilia Romagna. E dove vorremmo virarlo noi. Per leggerlo, si può acquistare sul sito dell’editore, in libreria e in una nutrita serie di edicole di Bologna e provincia. Qui sotto il pdf liberamente scaricabile delle edicole presso cui il libro è a disposizione.

Questo articolo è stato pubblicato sul sito di Piergiovanni Alleva il 10 maggio 2017

One Response to Consumo di luogo: un instant book per dire no al neoliberismo urbanistico in Emilia-Romagna

  1. […] messo nero su bianco la loro contrarietà dando vita ad un libretto di poco più di cento pagine. Consumo di luogo. Neoliberismo nel disegno di legge urbanistica dell’Emilia-Romagna, questo il titolo del volume (Edizioni Pendragon con il sostegno dell’Altra ER) che analizza […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *