20 pietre e Planimetrie Culturali: rigenerazione urbana e bonifica culturale

di Planimetrie Culturali

Rigenerazione urbana? Si tratta di un processo attraverso cui si agisce sulla città per darle un aspetto nuovo e più competitivo, l’evoluzione di un tessuto edificato e non, attraverso una serie di continue demolizioni, ricostruzioni e rifunzionalizzazioni delle sue parti che tengono conto delle esigenze specifiche del contesto odierno e futuro.

La rigenerazione della città non può essere solo strutturale ma deve essere affiancata da interventi di natura culturale, sociale, economica e ambientale,
finalizzati a un miglioramento della qualità della vita, nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale e di partecipazione sociale.

La Società di Mutuo Soccorso 20 Pietre è nata nell’aprile del 2015 e ha intrapreso da subito, in collaborazione con l’associazione Planimetrie Culturali, la bonifica culturale della struttura ex ACI in via Mascarella,2 angolo via Emilia Ponente.

La struttura era abbandonata da diversi anni ed è stata aperta al pubblico a partire dalla festa di inaugurazione che si è tenuta la domenica del 25 ottobre 2015 le attività si svolgono mediante una pratica di autogestione condivisa fra tutti gli utilizzatori degli spazi e dei servizi.

La pratica di autogestione vuole essere autonoma da qualsiasi ente e istituzione e conflittuale nella rigorosa applicazione di tutte le norme e misure di sicurezza vigenti in adozione per gli spazi in disuso.

La rigenerazione urbana e la bonifica culturale sperimentata alla Casa del Popolo di 20 Pietre è il tema del breve documentario – Clip – che sarà presentato e proiettato in continuazione il 18 febbraio dalle 15 alle 22 durante l’evento La casa del popolo è in Festa.

Ci proponiamo di fare il possibile perché tutti i soggetti utilizzatori dei locali e dei servizi di 20 Pietre – siano essi associazioni, comitati, gruppi, partiti politici o singole persone del quartiere – si incontrino, possano conoscersi e divertirsi e, se vogliono, condividere e magari attivarsi con una loro “pietra” per la riprodurre modelli di case simili tanto necessari a rigenerare i molti spazi in disuso, sia pubblici che privati, della nostra bella città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *