Musica dal vivo per i funerali di Riccardo Terzi


Intervento di Riccardo Terzi a Bologna il 10 dicembre 2013 al seminario sulla Rappresentanza sociale e la rappresentanza politica organizzato dalla Fondazione Claudio Sabattini

di Inchiesta online

Il 15 settembre, a Milano, si sono svolti i funerali di Riccardo Terzi davanti alla Camera del lavoro. È stato scelto di non far parlare i tanti amici e responsabili sindacali intervenuti, ma di far suonare per due ore musica dal vivo, la musica classica, che Riccardo tanto amava. Per ricordare Riccardo pubblichiamo il comunicato della Fondazione Claudio Sabattini e il video del suo intervento a un seminario organizzato dalla Fondazione Sabattini.

Comunicato della Fondazione Sabattini in ricordo di Riccardo Terzi

La dolorosa notizia della morte di Riccardo Terzi ci colpisce in modo particolare come Fondazione Claudio Sabattini. Claudio Sabattini e Riccardo Terzi sono stati tra i protagonisti principali in quella parte di una generazione che ha speso la propria esistenza e intelligenza in un appassionato tentativo di cambiamento e innovazione della tradizione della sinistra per rilanciarne il significato di partecipazione democratica, di riferimento ad un interesse sociale di parte e di affermazione del conflitto sociale come fondamento della democrazia.

In questi ultimi anni poi vi è stata una intensa collaborazione tra Riccardo e la Fondazione Claudio Sabattini (di cui Terzi era tra i componenti del Comitato Scientifico), con una crescente convergenza di sensibilità sulla crisi della democrazia e della rappresentanza politica e sociale, sulla crisi del sindacato stesso.

Ciò è testimoniato dalle molte iniziative che abbiamo definito e condiviso con lui e dalla importante e recente pubblicazione su Claudio, che Riccardo ha curato con vari contributi – per conto dello SPI nazionale – e con noi. Ci mancherai, Riccardo, in una fase in cui la tua collaborazione futura (che insieme stavamo progettando con la rivista Inchiesta) era per noi – e non solo per noi – davvero importante.

Questo articolo è stato pubblicato su Inchiesta online il 15 settembre 2015

Autore dell'articolo: Amministratore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *