Sinistra

Cerchiamo casa: da Bologna parte una nuova rete di mutuo soccorso

del Comitato Borgo Reno, Altra Emilia Romagna, Altra Europa con Tsipras

Inutile ripetere qui analisi che per il pubblico di compagni a cui ci rivolgiamo diamo per scontate e comunque hanno altri e più idonei luoghi di confronto. Appaiono evidenti le difficoltà di ricostruire, meglio far nascere e non solo dalle ceneri, una sinistra politica nel nostro paese. Molte cose bollono in pentola dall’esperienza dell’Altra Europa per Tsipras, localmente l’esperienza dell’Altra Emilia Romagna, alla discussione lanciata da Landini sulla coalizione sociale e non solo.

Le condizioni sociali per resistere, attestarsi e preparare la “riscossa” ci sono ma sembrano sfuggirci, sembrano non sedimentarsi, non fanno se non lenti progressi. Brevi vivaci apparizioni che ci garantiscono il diritto di tribuna seguite da lunghi mesi in cui ricadiamo nell’autoreferenzialità, per dirla alla vecchia non siamo radicati e non riusciamo ad organizzare le grandi energie che pure possediamo, manca un “effetto leva” all’impegno che tanti donano, manca una “banca del tempo” che sappia utilizzare efficacemente le diverse competenze, punti di vista e disponibilità.

Non sappiamo se nel nostro paese il processo di ricostruzione della sinistra politica, se mai si innescasse per davvero e su scala sociale adeguata, prenderà “banalizzando” le forme della discontinuità (Podemos) o di una rinnovata “continuità” (SYRIZA). Questo lavoro di ricostruzione forse può passare anche dalla rivisitazione delle pratiche sociali, di organizzazione, di mutuo soccorso e di coesione di classe messe in campo dal movimento operaio dal suo nascere.

Venti pietre lanciate nel terzo millennio

Vogliamo verificare se ci sono le condizioni per dare vita ad un’associazione di mutuo soccorso che abbia lo scopo di ricostruire una rete di CASE DEL POPOLO, cominciando da una Casa del Popolo nella nostra città. Obbiettivo inconcepibile? Dipende dalla risposta che ci sarà, in fondo siamo poveri e sfigatini ma potenzialmente siamo tanti, qualcuno ha detto il 99% contro l’1%. Intanto possiamo cominciare incontrandoci e cercando di definire elementi del contorno e i primi contenuti dell’oggetto del nostro desiderio.

Proponiamo di vederci il 26 marzo alle 21 presso il Centro Rosa Marchi, Via Pietro Nenni, 11 – Bologna. Vi preghiamo di dare conferma della scrivendo a ventipietre@gmail.com o se interessati ma impossibilitati a partecipare scrivere sempre a ventipietre@gmail.com.

Primi appunti per la costituzione dell’Associazione di mutuo soccorso – 20 pietre per la costituzione di Case del Popolo nella provincia di Bologna

Elementi del contorno

  • Punto uno e fondamentale: non si tratta di mettere in piedi la “SEDE” di qualcuno, ma di costruire una “Casa Comune delle persone” sul territorio, che offra “protezione e servizi” ai singoli e alle istanze collettive, luogo di “possibile lavoro in rete” ma anche spazio accogliente e neutrale (dalle riunioni di condominio alle assemblee di movimenti e sindacati)
  • L’idea forza da praticare il MUTUO SOCCORSO
  • Creare valore d’uso politico e materiale e lasciarsi usare come risorsa intellettuale e manuale
  • Luogo di inchiesta e pratica sociale e politica
  • Questi elementi di contorno saranno oggetto di un ciclo di dibattiti/seminari che si svolgeranno nei mesi di aprile-maggio per approfondire:
  • Assonanze e differenze sostanziali con le esperienze dei Centri sociali Autogestiti e con i Centri sociali anziani. Presenza nel territorio, di un luogo trans-nazionale, trans-generazionale e plurale di mutuo soccorso, servizi, discussione e fare politico. Valore dell’auto-costruzione: auto-stima, nessuna richiesta di elemosine istituzionali, forte legame che si crea, condivisione progettuale, luogo nei fatti di scambio tra realtà organizzative differenti, agire politico e sociale nel territorio

Contenuti

  • Ritrovare “Le parole e i luoghi della Sinistra”
  • “Svago e bettolino”, il famoso uso del tempo libero
  • “Pane e alfabeto per tutti” dei socialisti di inizio secolo, “il Pane e le Rose” dei movimenti degli anni 70, oggi cos’è?
  • Cosa può essere oggi il vecchio spaccio o coop di consumo, vedere i modelli di Gruppi di Acquisto e Chilometro Zero da estendere territorialmente e rafforzare. Estendere i gruppi di acquisto anche ad altri settori di merci come: libri, musica, pc ecc.
  • Auto-formazione, condivisione delle competenze = ovvero mutuo soccorso sulla “formazione”
  • Progetti condivisi = quanto si può prendere dall’esperienza delle comunità open source
  • Mutuo soccorso vedere anche le pratiche del crowdfunding
  • Associazione di Mutuo Soccorso Venti Pietre. Costituire da principio un’associazione per cominciare il lavoro di discussione e raccolta di adesioni e d’idee. Creare un modello riproducibile da altre realtà. In seguito si potrà costituire un vero sistema di azionariato sociale e sottoscrizioni in denaro e lavoro volontario

Spazi di lavoro, informazione e scambio

Il Comitato Borgo Reno allo scopo di favorire lo scambio di opinioni e materiale ha creato un gruppo Facebook. Il gruppo è chiuso a cui è possibile chiedere l’iscrizione, è pensato come luogo di scambio di pareri e informazioni, si possono pubblicare documenti scaricarli modificarli e ricarricarli. È un po’ rudimentale ma sicuramente facile da usare e non è invadente come le mailnglist. Tutto il materiale sarà inoltre pubblicato sul mini sito https://20pietre.wordpress.com.
Ricordiamo la mail: ventipietre@gmail.com

Autore dell'articolo: Amministratore

1 commento su “Cerchiamo casa: da Bologna parte una nuova rete di mutuo soccorso

    Commenti | Associazioni Riunite

    (24 Marzo 2015 - 09:22)

    […] Cerchiamo casa: da Bologna parte una nuova rete di mutuo soccorso del Comitato Borgo Reno, Altra Emilia Romagna, Altra Europa con Tsipras (il manifesto) […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *